AGGIORNAMENTI
PER UN SOMMARIO DELLE ULTIME NOVITA' PRESENTI SUL SITO > CLICCA QUI <
 
IN LIBRERIA


 
CAMPAGNE
APPELLO AL MINISTRO DELLA SALUTE ON. LIVIA TURCO
PER UNA LEGGE A TUTELA DEI DIRITTI DEI PAZIENTI
INDAGINE SULL'USO TERAPEUTICO DELLA CANNABIS IN ITALIA
NOTIZIE
MEDICALCANNABIS NEWS
ATTI PARLAMENTARI
RASSEGNA STAMPA
NOVITA' DALLA RICERCA
CONVEGNI E DIBATTITI
COMUNICATI STAMPA
MEDICALCANNABIS FORUM
MEDICALCANNABIS F.A.Q.
SCHEDE
POTENZIALI CAMPI DI UTILIZZO TERAPEUTICO
ESPERIENZE PERSONALI
CENNI STORICI
CANNABINOIDI NATURALI E DI SINTESI
ANANDAMIDE ED ENDOCANNABINOIDI
CENNI DI NEUROFISIOLOGIA DEI CANNABINOIDI
MODALITA' DI ASSUNZIONE
POSOLOGIA E DOSAGGI
LIBRI CONSIGLIATI
LINKS UTILI
SPECIALE
CANNABIS MEDICA OLANDA
CANNABIS MEDICA CANADA
CANNABIS MEDICA U.S.A.
DOSSIER
RAPPORTO DEI LORDS
RAPPORTO ROQUES
RAPPORTO IOM
LIBRO BIANCO
MATERIALI ACT
CHI SIAMO
CARTA D'INTENTI
STATUTO
ADERISCI AD ACT
DONAZIONI
CIAO STEVE !
premio di laurea
Stefano Girardi
2004-2005
IACM
We are members of

 

 
E-mail
 

Medical cannabis news - Archivio
Torna alla pagina precedente         NovitÓ dal mondo della ricerca - Archivio
 
USA: COLLIRIO AL THC PER COMBATTERE IL GLAUCOMA
E' in arrivo un collirio alla marijuana per il trattamento del glaucoma?

Gli effetti benefici del tetraidrocannabinolo in questa malattia
caratterizzata da un aumento della pressione endooculare che causa danni
alla retina e al nervo ottico, sono noti da tempo.

Un gruppo di oculisti della University of Arizona, guidati dal dottor
Robert Noecker, ha dimostrato che questo effetto è dovuto alla presenza
nell'occhio di un gruppo di recettori per i cannabinoidi, la cui
stimolazione riduce la pressione endoculare. Ciò pone le premesse per lo
sviluppo di colliri a base di tetraidrocannabinolo.

Se instillati direttamente negli occhi, infatti, i principi attivi della
canapa indiana ridurrebbero la pressione endoculare già a dosaggi molto
bassi, riducendo l?incidenza di effetti collaterali di tipo psicotropo.

La notizia è stata accolta, una volta tanto favorevolmente, dagli oculisti
italiani.

"Un collirio alla cannabis? Perchè no. Nessun tabù, ", dichiara il dottor
James Landini, specialista in oculistica alla clinica San Pio X di Milano
commentando la notizia- ?anzi ben vengano tutte le ricerche che vanno
nella direzione di ridurre le somministrazioni dei farmaci
antiglaucomatosi e dei loro effetti collaterali.

Fonte: Real-Eyes.it 15 Maggio 2001
http://www.real-eyes.it/SrvDbInvoker?template=5&articolo=533

   

Torna alla pagina precedente



http://medicalcannabis.it - powered by CuteNews