AGGIORNAMENTI
PER UN SOMMARIO DELLE ULTIME NOVITA' PRESENTI SUL SITO > CLICCA QUI <
 
IN LIBRERIA


 
CAMPAGNE
APPELLO AL MINISTRO DELLA SALUTE ON. LIVIA TURCO
PER UNA LEGGE A TUTELA DEI DIRITTI DEI PAZIENTI
INDAGINE SULL'USO TERAPEUTICO DELLA CANNABIS IN ITALIA
NOTIZIE
MEDICALCANNABIS NEWS
ATTI PARLAMENTARI
RASSEGNA STAMPA
NOVITA' DALLA RICERCA
CONVEGNI E DIBATTITI
COMUNICATI STAMPA
MEDICALCANNABIS FORUM
MEDICALCANNABIS F.A.Q.
SCHEDE
POTENZIALI CAMPI DI UTILIZZO TERAPEUTICO
ESPERIENZE PERSONALI
CENNI STORICI
CANNABINOIDI NATURALI E DI SINTESI
ANANDAMIDE ED ENDOCANNABINOIDI
CENNI DI NEUROFISIOLOGIA DEI CANNABINOIDI
MODALITA' DI ASSUNZIONE
POSOLOGIA E DOSAGGI
LIBRI CONSIGLIATI
LINKS UTILI
SPECIALE
CANNABIS MEDICA OLANDA
CANNABIS MEDICA CANADA
CANNABIS MEDICA U.S.A.
DOSSIER
RAPPORTO DEI LORDS
RAPPORTO ROQUES
RAPPORTO IOM
LIBRO BIANCO
MATERIALI ACT
CHI SIAMO
CARTA D'INTENTI
STATUTO
ADERISCI AD ACT
DONAZIONI
CIAO STEVE !
premio di laurea
Stefano Girardi
2004-2005
IACM
We are members of

 

 
E-mail
 

Medical cannabis news - Archivio
Torna alla pagina precedente         NovitÓ dal mondo della ricerca - Archivio
 
L'AUMENTO DEI LIVELLI DI CANNABINOIDI NEL GLOBUS PALLIDUS SI ASSOCIA CON UNA RIDUZIONE DEI MOVIMENTI IN UN MODELLO DI MORBO DI PARKINSON

 
La alta densita' di recettori cannabinoidi CB1 all'interno dei gangli basali suggerisce un potenziale ruolo degli endocannabinoidi nel controllo del movimento volontario e nei disturbi del movimento correlati con i gangli basali, quali il morbo di Parkinson.

Recentemente il prof. Vincenzo Di Marzo e collaboratori hanno riferito la presenza di endocannabinoidi in due regioni dei gangli basali: il globus pallidus e la substantia nigra. I livelli dell'endocannabinoide anandamide in queste regioni sono risultati circa 3 volte quelli riscontrati in precedenza in ogni altra regione del cervello.

In un modello animale di Morbo di Parkinson, che utilizza ratti trattati con reserpina, la soppressione delle capacita' di locomozione e' accompagnata, nello strato esterno del globus pallidus, da un incremento di 7 volte dei livelli dell' endocannabinoide 2-arachidonil-glicerolo (2AG).

I livelli sia di anandamide che 2AG in questa regione del cervello diminuivano in seguito a trattamento con agonisti selettivi dei recettori d1/d2 della dopamina, i quali provocano un'aumento della mobilita' nei ratti reserpinizzati.

La somministrazione contemporanea di quinpirolo (un agonista dei recettori dopaminergici) e di SR141716A (un antagonista del recettore CB1) portava al portava al ripristino quasi totale della locomozione.

Questi dati indicano che la modulazione del sistema endocannabinoide potrebbe risultare utile nel trattamento del morbo di Parkinson.

(Fonte: Di Marzo V, et al. Enhanced levels of endogenous cannabinoids in the globus pallidus are associated with a reduction in movement in an animal model of Parkinson's disease. FASEB J 2000;14:1432-1438)

   

Torna alla pagina precedente



http://medicalcannabis.it - powered by CuteNews